Renzo Mongiardino

Renzo Mongiardino uomo aristocratico e di immensa cultura, geniale e solitario, malinconico e schivo, mai mondano, mai esibizionista era l'architetto delle meraviglie. Arredatore di interni, scenografo di cinema e di teatro con ripetute esperienze alla Scala, a Spoleto, Premio Oscar per la miglior scenografia; appassionato dai tessuti venuti da lontano, dalle sete impalpabili e dai ricami preziosi, dai cuscinoni orientaleggianti, dalle pitture ornamentali, dalle "alzate" stupefacenti, e' certo fra coloro che piu' hanno condizionato e segnato l'arte di arredare nell'ultimo mezzo secolo. In Italia ha imposto la sua maniera e i suoi preziosismi nelle piazze di Torino, nelle dimore di campagna o ai laghi, nelle ville di Portofino, nei palazzi di Roma, nelle case di Bologna, in Sardegna o a Siena come qui alla Certosa di Maggiano. Concependo la casa come una cosa antica che va riempita di affetto e di pensiero, Mongiardino prendeva tutto in considerazione come la ricerca psicologica su chi ci vivra' dentro e come, in quale paese, quale citta'. Il suo segreto era uno: trasformare stanze anonime, minuscole o lunghe, dai soffitti altissimi o bassissimi, in ambienti meravigliosi per poterci vivere al meglio e non soltanto con lusso ma bensi' con atmosfere speciali.

Back